Dirigenza Corato: "Senza ripescaggio in D dimissioni in blocco" - I AM CALCIO BARI

Dirigenza Corato: "Senza ripescaggio in D dimissioni in blocco"

Corato Calcio
Corato Calcio
BariEccellenza

Grande delusione in casa Corato per il probabile mancato ripescaggio in Serie D.

Il club neroverde, via social, ha espresso il proprio disappunto, non escludendo scenari clamorosi nel caso in cui non dovesse esserci l'agognato salto di categoria.

Questo il messaggio: "La società Usd Corato Calcio 1946, prende atto con grande rammarico e delusione, delle assurde decisioni e delle conseguenti norme messe in atto negli ultimi giorni, dalla Lega Nazionale Dilettanti, che hanno penalizzato fortemenLate la compagine neroverde, portandola addirittura ad essere estromessa dalla possibilità di poter disputare il prossimo campionato di Serie D, pur avendone tutte le carte in regola.

Per questo grande sopruso subito, la società Usd Corato Calcio 1946, farà sentire le proprie ragioni in ogni dove ed in ogni sede, per tutelare i propri diritti.

Chi doveva tutelare nostre ragioni, non è stato in grado di farlo. Non crediamo alla malafede, ma alla leggerezza ed al pressapochismo si. E’ il momento di dire basta al teatrino messo in atto in questi giorni, con riunioni e comunicati degli organi federali, che affermano tutto ed il contrario di tutto.

Sia chiaro, la società Usd Corato Calcio 1946, ha sempre accettato il verdetto del campo, sempre. Con la correttezza e signorilità che ci contraddistinguono, abbiamo accettato torti arbitrali, sconfitte e quant’altro. Sappiamo che fanno parte del gioco e quindi siamo preparati ad ingoiare anche bocconi amari.

Ma certe decisioni e provvedimenti, decisi a tavolino e volti a penalizzarci, quelli no, non siamo disposti ad accettarli. Soprattutto quando si contraddicono palesemente o si applicano in maniera non conforme a quanto preposto dagli stessi organi competenti.

Se ad esempio si pone davanti a tutto, il merito sportivo, non si può non tener conto della vittoria della Coppa Italia regionale, ironia della sorte, unico torneo ad aver avuto un verdetto sul campo inconfutabile, nella stagione 2019/20.

Ci sono incongruenze evidenti, per criteri e valutazioni, quindi siatene certi: l’Usd Corato Calcio 1946, farà valere le proprie ragioni nelle sedi competenti, vale a dire Collegio di Garanzia, TAR e Consiglio di Stato.

Volevamo volentieri fare a meno di ricorrere a tali sedi ma siamo costretti a farlo, per tutelare l’immagine e le ragioni della nostra società, dei nostri tifosi e di tutta la comunità coratina.

Ribadiamo infine, che se malauguratamente, nella prossima stagione l’Usd Corato Calcio 1946, non dovesse disputare il campionato di Serie D, questo gruppo dirigente rassegnerà in toto le proprie dimissioni e di conseguenza il presidente Maldera, cederà il titolo sportivo della società a chi vorrà prendersene carico"

Sabino Aduasio

Leggi altre notizie:CORATO CALCIO Eccellenza