Cosenza, il Bari di De Laurentiis pensa al futuro: c'è l'idea Braglia

Piero Braglia
Piero Braglia

Per la promozione in Serie C manca solo l'ufficialità dell'aritmetica, dopodiché il Bari di Luigi De Laurentiis inizierà a pensare al futuro, con un progetto serio e ambizioso che ha come obiettivo quello di riportare i "galletti" in Serie A nel minor tempo possibile.

Alla guida del Bari, quest'anno, c'è mister Giovanni Cornacchini, il quale nel campionato di Serie D girone I ha collezionato 20 vittorie, 5 pareggi e 2 sconfitte in 27 partite di campionato. Uno score di tutto rispetto che, tuttavia, ancora non gli è valso la riconferma sulla panchina dei biancorossi anche per la prossima stagione.

Negli scorsi giorni Luigi De Laurentiis ha dichiarato che ancora non è stata ancora presa una decisione circa la conduzione tecnica per la prossima stagione. Sicuramente, a campionato concluso, la dirigenza barese si siederà a tavolino con mister Cornacchini per fare un'analisi a 360 gradi e una conferma del tecnico nativo di Fano per la prossima stagione non è un'ipotesi da scartare.

Tuttavia, ciò che potrebbe frenare la decisione di prolungare il rapporto con l'ex attaccante di Perugia e Vicenza è la sua poca esperienza da allenatore nel campionato di Serie C. Il Bari vuole immediatamente salire in Serie B e per questo motivo vorrebbe affidarsi ad un tecnico esperto che sa come si vincono i campionati di terza serie. Ecco, allora, spuntare il nome di Piero Braglia, un'assoluta garanzia per la categoria. 

L'attuale allenatore del Cosenza, infatti, nel corso della sua lunga carriera iniziata nella stagione 1989/1990 nei dilettanti toscani, ha ottenuto ben quattro promozioni dalla Serie C alla Serie B con Catanzaro, Juve Stabia, Pisa e Cosenza. Nella città dei Bruzi stravedono per lui ma il suo contratto, in scadenza il prossimo 30 giugno, ancora non è stato rinnovato. La conferma del direttore sportivo Stefano Trinchera per le prossime due stagioni, tuttavia, lascia pensare che alla fine il rapporto tra Braglia e il Cosenza continuerà anche per la prossima stagione ma molto probabilmente, questo discorso, Braglia, vorrà farlo soltanto a campionato concluso.

Braglia è un tecnico che ama firmare contratti della durata annuale. Tuttavia, dinanzi ad una chiamata del Bari di De Laurentiis con un progetto altamente ambizioso, il tecnico toscano potrebbe vacillare e cedere alle lusinghe dei pugliesi. C'è di più: Gennaro Tutino, pupillo di Piero Braglia, è un calciatore di proprietà del Napoli di De Laurentiis senior, il quale, non avrebbe di certo problemi a far si che il forte calciatore napoletano possa continuare a lavorare con l'allenatore che l'ha fatto esplodere tra i professionisti.

Solo idee o c'è qualcosa di più? Nei prossimi mesi sapremo. Il Bari vuole tornare grande e l'identikit di Piero Braglia sembra calzare a pennello con il profilo ricercato dall'ambiziosa società pugliese nel caso in cui, a fine stagione, Cornacchini non dovesse essere confermato.

Foto: (Cosenza Calcio)

Francesco Modaffari

Leggi altre notizie:COSENZA BARI