Molfetta Calcio: dopo Partipilo, altri due colpi importanti

Molfetta
Molfetta

Inizia a prendere forma la spina dorsale della nuova Molfetta Calcio versione 2018-19.

Dopo l’arrivo dell’esperto centrocampista centrale Partipilo, con quasi 300 partite in D, i biancorossi mettono a segno altri due colpi importanti; specie per la fase difensiva. Ci riferiamo all’arrivo dell’esperto Renato Bartoli e alla conferma di Giuseppe Pinto.

Renato Bartoli, difensore centrale, classe ’83, è uno dei giocatori più esperti ed importanti della categoria. A parlar chiaro è il suo curriculum: cresciuto nel settore giovanile del Bari, ha vinto il campionato di Eccellenza qualche anno fa con la V. Francavilla e si è aggiudicato i play-off di Serie D con la maglia del Matera. Per lui anche esperienze tra D ed Eccellenza con le maglie di Trani, Campobasso, Real Metapontino, Libertas Molfetta e ultima stagione trascorsa nell’U.C. Bisceglie.

Mi fa piacere ritornare a Molfetta dopo qualche anno”-rivela lo stesso Renato- Sono consapevole di quanto mi è stato chiesto da parte della società e del DS Frascati: metterò la mia esperienza e il mio tatticismo al servizio della squadra, a partire dal centro della difesa, la mia posizione in campo da sempre. Sono contento di poter lavorare con mister Giusto che io ritengo personalmente tra i migliori allenatori pugliesi, secondo solo a mister Calabro (attuale allenatore del Carpi in B e allenatore di Bartoli a Francavilla ndr), mentre dal punto di vista tecnico-tattico credo che le mie caratteristiche ben si sposano con quelle di altri compagni di reparto, magari più feroci e “marcatori puri” rispetto a me”.

Uno di questi è sicuramente Giuseppe Pinto, difensore centrale barlettano, classe ’93, confermatissimo dopo l’ottima stagione disputata in biancorosso; in assoluto uno dei migliori difensori dello scorso campionato di Eccellenza. Pinto è un classico difensore centrale, strutturato fisicamente, in grado anche di disimpegnarsi come terzino, che ha nell’esuberanza fisica e nel gioco aereo i suoi punti di forza.  

L’ultima stagione è stata positiva, abbiamo ottenuto un buon risultato. Quest’anno, invece, occorre riconfermarsi e si tratta di una bella scommessa. Spero che il poter giocare nel nuovo stadio porti sempre più tifosi al nostro seguito. Cercheremo sicuramente di fare meglio dello scorso anno e di toglierci qualche soddisfazione. Mi trovo bene con il mister e con il direttore sportivo: dal punto di vista lavorativo viaggiamo sulla stessa linea”.

Ufficio stampa A.S.D. Molfetta Calcio

Dario Ruta

Antonio Fioretti

Leggi altre notizie:MOLFETTA CALCIO