USD Bitonto, a centrocampo riconfermato Dellino

Bitonto
Bitonto

Nuova conferma in casa USD Bitonto. La società neroverde ha annunciato di aver prolungato il contratto di Domenico Dellino, classe ’98. Il centrocampista barese, dopo la trafila in tutte le giovanili della formazione biancorossa, vestirà per la seconda stagione la maglia del Bitonto e potrà così esordire nel campionato di Serie D. 

«Sono felicissimo per la riconferma, non nascondo davvero la felicità di potermi giocare questa grande occasione come la Serie D – commenta Dellino –. Ringrazio la società per la riconferma, il presidente Rossiello e i direttori Mancazzo e Rubini, che mi hanno sostenuto nello scorso anno, continuano a credere nelle mie doti. Ora tocca a me ripagare questa fiducia con l’impegno sul campo. Cercherò di dare il massimo, di impegnarmi dando tutto ogni giorno, in ogni allenamento, poi toccherà chiaramente all’allenatore fare le sue scelte e decidere se darmi fiducia in campo la domenica. Personalmente non conosco mister Pizzulli ma non vedo l’ora di lavorare con lui, tutti me ne hanno parlato bene, dicendomi di un allenatore serio e preparato. E dai compagni di squadra spero di prendere le cose positive e di metterle in campo in allenamento e la domenica».

Un occhio alla stagione scorsa. «Finalmente ho superato tutti i problemi fisici che ho dovuto sopportare lo scorso campionato – spiega –. Poi devo ringraziare mister de Candia, se sono cresciuto in quest’ultimo anno devo molto a lui. Mi ha messo la “cazzimma”, mi ha insegnato tantissime cose, a non dover sempre attaccare l’avversario, ma a gestirmi, capire i momenti giusti e i movimenti adatti, saper temporeggiare e stare sempre attento in ogni momento della partita. Non era facile, quest’anno ho fatto la mezz’ala in un centrocampo a tre o a cinque, ma nel passato sono sempre stato abituato a giocare in un centrocampo a quattro».

Per chiudere un appello alla città e ai tifosi. «Abbiamo visto in finale contro l’Afragolese quanto avere il pubblico dalla propria parte sia stato fondamentale, avevamo due reti da rimontare e senza la spinta del pubblico forse non ce l’avremmo mai potuta fare – ricorda –. Pertanto sarà importante in ogni partita avere il sostegno di Bitonto e dei bitontini, abbiamo bisogno di loro per provare a fare bene e divertirci insieme. E poi ci sarà sempre con me mio nonno Michele, il mio primo tifoso, che mi segue ovunque ed è il primo a credere in me».

Antonio Fioretti