Calciomercato LIVE

Il Corato fa 13 e sfiora il colpaccio con il Fasano

Corato-Fasano 1-1 (ph. Porcelli)
Corato-Fasano 1-1 (ph. Porcelli)

Nell'inzuppato prato del Comunale e sotto una pioggia incessante, un ottimo Corato gioca alla pari della capolista Fasano, si porta in vantaggio, sfiora il raddoppio ed esce con un pareggio e ancora tanti rimpianti dalla sfida del turno infrasettimanale.

Mister Castelletti senza lo squalificato Altares, mister Laterza non poteva contare sui lungodegenti Morga e Lanzillotta. Lunga fase iniziale di studio del match: dell'avversario e sopratutto del campo di gioco. Al 22° filtrante per Montaldi sul quale si avventava Leuci in uscita bassa, palla che schizzava sui piedi di Corvino pronto alla battuta dopo una finta su Colangione: a dir poco provvidenziale il salvataggio con il corpo di Diagne a porta sguarnita. Al 27° punizione dai 30 metri di Lacarra e potente sinistro a giro a lato di poco. Dopo una debole conclusione di Corvino, bloccata da Leuci in due tempi, ecco arrivare al 44° il vantaggio coratino: sinistro dal limite di Zingrillo e zampata sottomisura di Sguera. Quinta rete per la punta barlettana e inviolabilità della porta fasanese caduta dopo oltre 5 gare. Nell'unico minuto di recupero la grandissima chance per i neroverdi di archiviare il match: Sguera veniva servito tutto solo in area di rigore, ma la sua conclusione debole e centrale veniva neutralizzata da Loliva.

Scampato il pericolo, il Fasano pareggiava in avvio di ripresa. Al 50° un innocuo traversone di Serri da destra, reso perfido dal terreno di gioco, trovava impreparato Leuci che non tratteneva; palla sui piedi di Corvino (già infortunato e pronto alla sostituzione) che non si lasciava sfuggire l'occasione per portarsi da solo in testa alla classifica cannonieri con il 13° gol personale. Corato sfortunato e che vedeva uscire per infortunio Lacarra e proprio Leuci (colpito da ipotermia), ospiti pericolosi due volte con Bernardini al 68°: prima era bravo Loiodice a deviare alla sua destra, poi la successiva conclusione si spegneva a lato del palo sinistro. Dopo una conclusione potente, ma imprecisa di Serri, all'87° le tribune del Comunale rischiavano di venire giù sulla fantastica rovesciata di Cirigliano servito da una sponda di testa di Sguera: palla che lambiva il palo nell'incredulità del pubblico. Un pareggio che sta davvero stretto al Corato, ma che comunque allunga la serie di imbattibilità dei neroverdi a 13 gare consecutive.  

La squadra del presidente Maldera sale a 42 punti in classifica, sempre a 10 lunghezze di distanza dalla capolista Fasano, che mantiene il margine di 3 punti sul Gallipoli (0-0 a Casarano). L'Avetrana (con due partite da recuperare), è potenzialmente seconda a soli due punti dalla vetta. Prossimo appuntamento per il Corato, domenica 8 aprile alle ore 16.00, con la trasferta di Gallipoli.

CORATO - FASANO 1-1

Marcatori: Sguera (C) al 44°, Corvino (F) al 50°.

CORATO: Leuci (Loiodice), Belluoccio, Zinetti (Sguera), Zingrillo (Cotello), Asselti A., Colangione, Asselti R., Diagne, Piarulli (D'Addato), Negro, Lacarra (Cirigliano). Allenatore: Castelletti.

FASANO: Loliva, Fumarola, De Vita, Ganci, Anglani, Amato, Serri (Fumai), Bernardini, Di Rito, Corvino (Girardi), Montaldi. Allenatore: Laterza.

ARBITRO: Iacobellis di Pisa.

Ammoniti Asselti A. (C), Amato e Girardi (F)

La Redazione