Calciomercato LIVE

Cittadella e Bari si annullano. Al Tombolato finisce 0-0

Cittadella
Cittadella

Dopo i pareggi casalinghi con Pro Vercelli e Spezia, il Bari trova il terzo pareggio consecutivo. Al Tombolato, i ragazzi di Grosso non vanno oltre lo 0-0 con il Cittadella, quarta della classe. Quella che va in scena nella città veneta è una partita equilibrata con occasioni per entrambe le squadre ma al termine della sfida nessuno riesce a trovare il guizzo vincente. 

COSÌ IN CAMPO - Il Cittadella di mister  Venturato scende in campo con un 4-3-1-2 e si affida al fantasista Chiaretti che supporta la coppia d'attacco composta da Vido e Kouame. Dall'altra parte Grosso, in campo con il classico 4-3-3, lascia in panchina Galano schierando al suo posto Cissè. In difesa Anderson prende il posto di Sabelli.

PIÙ CITTA CHE BARI - Partenza vivace della formazione veneta che, subito dopo il calcio d'avvio, si riversa in avanti e prova a mettere in difficoltà la retroguardia pugliese con un cross di Vido. La prima occasione del Bari arriva al terzo minuto di gioco con una bella triangolazione tra Henderson, Cissè e Kozak con il guineano do che chiude l'azione con un tiro di potenza che trova la pronta risposta di Alfonso. Al quindicesimo sono gli uomini di Venturato a provarci con un colpo di testa di Salvi che viene respinto da Micai. Dopo un buon avvio i ritmi delle due squadre calano e le occasioni da gol scarseggiano.

Al trentatreesimo Micai salva i suoi: Improta perde palla e permette a Iori di concludere a rete ma l'estremo difensore respinge, sulla ribattuta arriva  Vido che da due passi trova ancora una volta la respinta di Micai. Nel finale di primo tempo i biancorossi provano a farsi vivi con un cross pericoloso di Balkovec che viene spazzato via da Alfonso, bravo ad anticipare Kozak. La prima frazione di gioco si chiude senza recupero e con il punteggio bloccato sullo 0-0. 

PARI E PATTA  - Nella ripresa è il Bari a partire meglio. Dopo un solo giro di lancette Balkovec ci prova con un bolide dalla distanza che viene respinto in angolo da Alfonso. Due minuti più tardi Cissè scambia con Henderson che serve a sua volta Improta, la conclusione dell'esterno pugliese termina ancora una volta in angolo. Il Cittadella non contiene le offensive dell'undici di Grosso che al sesto si rende pericoloso con Cissè che, su un cross di Improta, non trova la porta da due passi. Al dodicesimo i veneti provano a farsi vedere con Kouame che aggancia la sfera all'interno dell'area ma vede intervenire Micai che spazza via con i piedi. I padroni di casa, poco dopo, sfiorano il vantaggio prima con una punizione di Salvi che termina di poco a lato e successivamente con un rinvio maldestro di Diakitè che rischia di ingannare Micai.

I due allenatori provano a cambiare le carte in tavola ricorrendo alla panchina. Grosso inserisce Brienza e Galano per Kozak e Henderson mentre Venturato manda in campo Strizzolo e Arrighini per Kouame e Vido. I cambi sembrano far bene ai padroni di casa che vanno ad un passo dal vantaggio prima con Pelagatti, murato da Micai, e subito dopo con una conclusione di Arrighini che, davanti a Micai, manda a lato. Nei minuti finali Diakitè resta a terra e Grosso lo sostituisce mandando in campo l'ex Foggia Empereur, esordio con la maglia del Bari. Al novantesimo il risultato non cambia e al Tombolato Cittadella e Bari si dividono la posta in palio. 

Antonio Fioretti