Calciomercato in tempo reale

Corato, buona la prima: i neroverdi espugnano Vieste

Tifosi neroverdi a Vieste
Tifosi neroverdi a Vieste
- 8501 letture

Sofferta e prestigiosissima vittoria esterna del Corato che, nella prima giornata del Campionato di Eccellenza, espugna il "Riccardo Spina" di Vieste portando a casa 3 punti contro una formazione che darà del filo da torcere a tutte le avversarie.

Mister Scaringella senza l'infortunato Sguera e lo squalificato Burdo, mister Bonetti con in campo gli argentini Olaberri, Garcia e Brianese, oltre ai temuti bomber Triggiani e Compierchio. Pronti via e Di Rito mancava la deviazione vincente su servizio del grande ex Colella. Grande occasione per i padroni di casa all'8° minuto: Brianese serviva Compierchio che eludeva il fuorigioco coratino e si presentava tutto solo davanti a Casella, ma coglieva solo il palo esterno. Poco più tardi, su corner di Zotti, Colella veniva dimenticato in area dagli avversari, ma di testa non inquadrava la porta. Corato che macinava gioco e creava una miriade di occasioni da gol con Zingrillo (tiro a lato) e Di Rito che sfiorava il gol in tre circostanze, prima in seguito ad un flipper in area, poi di testa su azione d'angolo e infine con una potentissima sberla dal limite che l'ottimo Tucci sventava in corner. Sempre il portiere foggiano protagonista al 24° con un grande intervento su Zingrillo, ottimamente servito dall'immarcabile Piarulli e 5 minuti più tardi su Zotti, dopo una superba azione degli avanti coratini. Era il preludio al gol neroverde che giungeva al 37°: azione personale di Zotti che si liberava di due difensori prima di trafiggere imparabilmente il portiere biancoceleste.

La ripresa iniziava su ritmi più bassi rispetto alla prima frazione e il Vieste perveniva al pareggio alla prima vera occasione: minuto 60 e azione sulla sinistra di Albano che serviva in area Conversano, bravo ad insaccare alle spalle di Casella. 5 minuti più tardi enorme occasione per il Corato con Zotti, il cui diagonale superava Tucci, ma non il difensore Caruso appostato sulla linea di porta. Finale al cardiopalma con i padroni di casa pericolosi prima con Triggiani e poi con Albano, ma il giovane portiere coratino negava ad entrambi la gioia del gol, che arrivava però sull'altra sponda del campo nel primo dei 6 minuti di recupero concessi dall'arbitro: invenzione di un ottimo Iacobone sulla fascia destra e cross forte al centro che trovava la sfortunata deviazione di Caruso in scivolata nella propria porta.

Corato che balza al comando della classifica in compagnia di Fasano (4-1 al Barletta), Gallipoli (2-0 all'Aradeo), Novoli (1-0 in casa dell'Unione Calcio Bisceglie) e Trani (1-0 sull'Avetrana). Prossimo impegno giovedì 14 ore 15.30 al "Città degli Ulivi" di Bitonto contro l'Omnia per il ritorno degli ottavi di finale di Coppa Italia di Eccellenza, dove si ripartirà dal 4-2 dell'andata per il Corato.

ATLETICO VIESTE - CORATO 1-2

RETI: Zotti (C) al 37°, Conversano (A) al 60°, autogol Caruso (A) al 90°

ATLETICO VIESTE: Tucci, Lucatelli (Ranieri), Vulcano, Olaberri (Conversano), Sollitto, Caruso, Garcia, Di Nardo, Triggiani, Compierchio (Albano), Brianese. Allenatore: Bonetti.

CORATO: Casella, Belluoccio, Colucci, Zingrillo, Colangione, Altares (Asselti), Iacobone (Cormio), Colella, Di Rito, Zotti, Piarulli (D'Addato). Allenatore: Scaringella.

ARBITRO: De Santis di Campobasso

Ammoniti: Garcia (A), Belluoccio e Zotti (C).

Ufficio stampa Corato Calcio

Sabino Aduasio