Calciomercato in tempo reale

Omnia Bitonto, completato il reparto di centrocampo. Arriva...

Calciomercato
Calciomercato
- 15073 letture

Il mercato dell'Omnia non ha più limiti. La società omniana, nella giornata di oggi, ha messo a segno l'ennesimo colpo di mercato assicurandosi le prestazioni sportive di Antonio Caprioli, centrocampista interno, mezzala e vertice basso, classe 1992. Caprioli può vantare un interessante curriculum. Dopo un lungo girovagare tra i campi di Serie C2, Serie D ed Eccellenza arriva nella città di Bitonto. Con l'arrivo di Caprioli si va ìa completare il reparto di centrocampo.

«Sono contento di aver sposato il progetto Omnia perché ho avuto il piacere ed il modo di conoscere la dirigenza ed il presidente ed ho avuto subito un’ottima impressione – commenta Caprioli all'ufficio stampa –. Del mister ho avuto grandi referenza anche tramite Fabio Moscelli, mio vecchio amico di squadra nonché grande amico dello stesso mister Costantino. Poi, una volta sapute le loro intenzioni non ho perso subito occasione per accettare con l’intento di provare a fare più che bene». 

«Personalmente non ho mai giocato con nessuno di questi miei nuovi compagni di squadra – aggiunge il centrocampista lucano sulla sua nuova squadra –, ma ne ho sentito parlare bene di molti. Alcuni, come Loiodice, Campanella e Montrone li ho affrontati l’anno scorso da avversario e li conosco. Calcisticamente quest’anno la concorrenza è molto alta e stimolante, grazie al lavoro del presidente Rossiello e del direttore sportivo Rubini si sta allestendo un’ottima squadra». 

Uno sguardo al passato. «Con me porto un po' tutte le mie esperienze calcistiche – continua –. Certo, in qualche posto mi sono trovato meglio e in altri meno, ma tutto sommato ogni esperienza mi è servita per crescere e per essere prima una buona persona e poi un buon giocatore».

Un giudizio sull’Eccellenza pugliese: «L’Eccellenza pugliese credo sia paragonabile ad una Serie D di qualsiasi girone – osserva –. In Eccellenza ci sono grandi piazze, grandi città , ed è per questo che molti giocatori sposano questi progetti di questi grandi imprenditori. Penso che per il livello tecnico di alcuni giocatori, essi siano sprecati in queste categorie. Pertanto questo campionato è di livello equo ed in ogni partita si ha bisogno di avere la giusta attenzione».

Gli obiettivi. «Credo che per raggiungere traguardi personali c'è bisogno in primis di fare bene di squadra – conclude –. Io spero di vincere qualcosa con l’Omnia e spero di salire sempre più in alto nella mia vita calcistica. Anche se ho 25 anni cerco sempre di trovare nuovi stimoli e nuove motivazioni per entrare, chissà un giorno, nel calcio professionistico».

Antonio Fioretti